Salta ai contenuti.Salta alla navigazione

Obiettivi e programma del seminario

Tre gli obiettivi principali:

  1. Conoscere come i dati pubblici possono essere riutilizzati per migliorare l’informazione ai cittadini;
  2. Conoscere i principali portali regionali e nazionali dei dati aperti, con un approfondimento specifico per i portali che trattano di ambiente, salute, servizi sanitari e servizi sociali (ma non solo);
  3. Capire cosa significhi, per l’operatore dell’informazione, avere a disposizione, dal proprio territorio, dati aperti da riutilizzare.

Questi alcuni dei temi al centro del seminario di formazione "I dati nel web: risorse e opportunità per il data journalism", che si è svolto sabato 3 dicembre a Ferrara (dalle 9 alle 13.30, Teatro Boldini, via Gaetano Previati 18).

L'iniziativa, organizzata dalle Aziende sanitarie ferraresi, era rivolta a tutti i giornalisti e operatori impegnati nel settore dell'informazione e a quanti possono essere interessati al riutilizzo dei dati pubblici.

Il programma era articolato in tre moduli.

  • Nel primo modulo si è parlato di "Pratiche di data journalism: lezioni apprese da esperienze sul campo" Relatori Andrea Nelson Mauro (Dataninja) e Angela Simone (Formicablu).
  • Il secondo modulo è stato incentrato su "Pratiche di liberazione dei dati in Emilia-Romagna" Relatori Massimo Fustini e Eleonora Verdini (Regione Emilia Romagna).
  • il terzo modulo ha presentato il laboratorio di formazione per il riuso dei dati di Ferrara Open sanità Relatori Nicola Poletti (Regione Emilia Romagna) e Simonetta Beccari (AUSL di Ferrara).

Per i giornalisti era possibile iscriversi al Sistema informatizzato gestione formazione (SIGEF): la partecipazione al seminario ha permesso di acquisire 4 crediti formativi.